Ultime Notizie
Valutazione posturologica e prevenzione degli infortuni in atleti professionisti
D'Orso M,Cesana G: Dipartimento di Medicina Clinica e Prevenzione - Università di Milano Bicocca; Centemeri R, Pagani W: Consorzio per lo Sviluppo della Medicina Occupazionale ed Ambientale - Monza, Latocca R: A.O. San Gerardo dei Tintori

Le innovazioni del mondo del lavoro portano continuamente la nostra disciplina a doversi confrontare con sempre nuove attività lavorative caratterizzate da compiti a potenziale rischio di malattie o infortuni professionali non ben definiti o non ben valutati in precedenza.

lo studio di questi nuovi impegni lavorativi richiede al Medico del lavoro un continuo aggiornamento professionale, nonchè una continua rivisitazione delle proprie competenze tecnico-specialistiche in un'ottica di sempre maggiore collaborazione interdisciplinare con colleghi di altre aree mediche e scientifiche.

Una simile situazione risulta ben esemplificata da una categoria professionale molto particolare e di relativa recente espansione come quella degli sportivi professionisti.

Tali pazienti, pur essendo inquadrabili come lavoratori a tutti gli effetti, in passato non sono quasi mai stati considerati nella usuale pratica clinica dai medici del Lavoro che ne hanno quasi interamente tralasciato la valutazione clinica e la tutela medica.

I dati sanitari disponibili in letteratura scientifica per questa categoria di lavoratori risultano infatti raccolti e pubblicati quasi sempre da colleghi di altre discipline, tra le quali si segnalano soprattutto i Medici dello Sport, i Cardiologi e gli Ortopedici.

Tale situazione, non essendo peraltro adeguata al vigente dettato normativo,porta a non considerare in tutta la sua gravità il fatto che questi lavoratori, nelle varie discipline sportive praticate sono frequentemente soggetti ad infortuni e malattie da considerare come professionali a tutti gli effetti.

Sono diversi gli operatori per la prevenzione che, provenienti da diverse aree disciplinari, possono validamente operare per prevenire tali quadri patologici. Tra questi i Medici del Lavoro sono chiamati a rivestire i compiti di tipo medico e prevenzionistico di loro precipua competenza.

 

G Ital Med Lav Erg 2008; 30:3, Suppl 2